I racconti erotici di Slavina

“Racconti erotici per ragazze sole o male accompagnate”
ISBN: 8860042569
EAN13: 9788860042569
Autore: Slavina
Editore: Giulio Perrone Editore
110 pagine
Non leggo molta letteratura erotica, e tralascio anche il concetto di “letteratura erotica”, su cui si potrebbe discutere. Il libro l’ho letto perché l’ha scritto Slavina e perché s’inserisce in un percorso personale e politico che mi riguarda e che riguarda pratiche di sovversione (si, sovversione) e resistenza che investono vissuti reali.
Il sesso, gli incontri, le esperienze erotiche sono dimensioni in cui, in modo preponderante, il “politico” e il “personale” si esprimono evidentemente e “naturalmente” avvinghiati.
Ecco qui: “racconti erotici”, letteratura erotica.
Quello che mi è piaciuto è che si “rende giustizia” al sesso: non è raccontato come un “a parte”, nè come qualcosa che ha un suo-proprio valore intrinseco, non è necessariamente “un esperienza sublime” con tanto di orgasmi sorprendenti (può esserlo, si, certo, non c’è da preoccuparsi) né una “cosa sporca” di cui non si può o non si riesce a fare a meno. Il sesso e l’eccitamento sono esperienze belle tra tante, insieme a tante, praticabili nell’imperfezione. Alè.
Non c’é retorica né mistificazione e questo dalla mia prospettiva rimane una gran cosa, ha valore.
Per il resto i racconti si leggono con piacere. Scorrono placidi uno dietro l’altro, altalenadosi tra spensieratezza, curiosità, riflessioni e alcuni struggimenti.
Nei primi -almeno per chi ha una specifica sensibilità- ci sono elementi che possono lasciare una certa rabbia, perchè sappiamo che, si, ogni esperienza è ricchezza, ma pure che di stronzi è pieno il mondo. E io li preferirei a un bel palmo dal mio culo e da quello di chi inizia a sperimentare…ma sono pii desideri: se biologicamente femmine, in un contesto eterosessuale ad oggi si sperimenta solo rischiando.
Il racconto che ho letto con un sorriso stampato in faccia dall’inizio alla fine è quello del viaggio in treno, non sto a spiegare il perchè!
Detto ciò, grazie a @stregadigiorno che mi ha regalato il libro =)
This entry was posted in General, letture. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *