Report dell’incontro “Relazioni senza nome” a Roma

Qui pdf della Scaletta effettiva _Relazioni senza nome_ 11 aprile

1-Cerchio di apertura:

Spiegazione delle pratiche di comunicazione che adottiamo basate sulla comunicazione non violenta . Si è specificato che è uno spazio di condivisione in cui non si invocano espert*, nessun* ha verità in tasca da elargire e ognun* è espert* della sua vita; ci si incontra perchè si ritiene che lo scambio di vissuti, dubbi e domande nelle differenze e specificità possa arricchire tutt* e favorire approfondimenti, analisi e crescita individuale.

Introduzione in cui Alessia ci ha raccontato il percorso che ha portato alla sua tesi che è frutto di un lavoro-esperienza collettiva maturato nel laboratorio Smaschieramenti. Questo percorso continua ancora oggi con le discussioni sulle “Altre Intimità” nel SommovimentoNazioAnale che vede partecipare diverse realtà del territorio nazionale interessate ad interrogarsi su questi temi. Continue reading

Posted in affetti, AltreIntimità, sopravvivenza, strumenti | Leave a comment

Non monogamia: un incontro tematico a Roma

Allison Pottasch

 L’immagine qui è tratta dal lavoro di Allison Pottasch per “Nerve

Poliamore Roma presenta il secondo incontro tematico della stagione.
sabato 11 aprile alle 16:00
presso lo Scup in Via Nola 5, Roma (zona San Giovanni).

Questa volta proveremo a parlare di “Altre intimità” a partire dal percorso del SomMovimento NazioAnale e del lavoro di Alessia Acquistapace “Relazioni senza nome. Reti di affetti, solidarietà, intimità e cura oltre la coppia eterosessuale obbligatoria”, basato sull’autoinchiesta sulle relazioni svolta dal Laboratorio Smaschieramenti di Bologna.

«In Italia ci sono sempre meno matrimoni e unioni stabili – un dato che di solito è preso in considerazione con vago allarme, e quasi sempre in rapporto a una preoccupazione per l’andamento della natalità. Ma mentre molte energie e parole vengono spese per domandarsi perché la gente non si sposa, o si separa presto, o non fa figli, poca o nessuna attenzione è dedicata a cercare di capire cosa invece fanno e come effettivamente vivono le persone che non riproducono questi eventi topici. Continue reading

Posted in affetti, General, letture, sopravvivenza, strumenti | Leave a comment

contro la criminalizzazione dei clienti

Credo sia importante sapere ed esprimersi.

Il 27 febbraio 2014 il Parlmento Europeo è chiamato a votare in favore o contro una direttiva che ha come principale obiettivo la criminalizzazione di chi compra servizi sessuali anche da lavoratrici/lavoratori adulti e autonomi. Per favore fermatevi un momento, leggete e valutate.

Io scelgo di firmare e di diffondere la petizione perchè ritengo che la criminalizzazione dei clienti non sia uno strumento utile nè una via risolutiva, anzi credo che rappresenti un concreto e maggiore rischio sia per le sexworker che per chi è costretta a prostituirsi. https://www.change.org/en-GB/petitions/members-of-european-parliament-say-no-to-the-criminalisation-of-clients-of-sex-workers

Anche da Amnesty International è trapelata l’intenzione di sostenere la politica di depenalizzazione del  “lavoro sessuale” http://dailycaller.com/2014/01/31/new-amnesty-international-report-calls-for-legalizing-sex-work/#ixzz2sqUtlP00

Buone letture! rho.

Posted in General, sex work | Leave a comment

IN THE CUT

Regia di Jane Campion


Ho preso il film nello scaffale “horror” della videoteca.
Non è un horror, e neanche un thriller o un giallo.
Niente di tutto questo.
Ogni immagine è una fotografia, sono i sensi a parlare insieme ai gesti nello spazio.
La trama si svolge lenta e senza un mordente, c’è una densità lenta, ci sono incontri di corpi, di diverse intimità. E’ un film carnale sopratutto. Al centro la protagonista e la sua relazione con il desiderio.
[attenzione spoiler] Continue reading

Posted in commenti cinema, General | Leave a comment

Un altro genere di lotta è possibile

Il SomMovimento nazioAnale, gruppo composto da singolarità e collettivi queer
e transfemministi provenienti da tutta Italia, si incontra nel Salento per
parlare, discutere, conoscersi ed organizzare nuove forme di resistenza e di
lotta.
Da mercoledì 28 agosto a domenica 1°settembre ci ritroveremo in un campeggio
autorganizzato, autogestito e autofinanziato per confrontarci su queer,
femminismi, precarietà, sessualità, piaceri, intimità, pratiche di mutualismo e
welfare non subordinate al concetto di famiglia, strategie di resistenza
collettiva a crisi economica/violenza/repressione.
Workshop, plenarie, pranzi autorganizzati, feste e mare per discutere in relax
e creare nuove reti ed organizzare le nostre lotte per un autunno caldo e sexy.

Portate una tenda, un sacco a pelo, gavette e bicchieri per non usare
plastica.
La campeggia è una zona no-macho, antifascista, antirazzista, veg(etari)ana. Continue reading

Posted in General, lavoro, sopravvivenza, strumenti | Leave a comment

Altre intimità e S/famiglie

Uffa, sempre di corsa… ieri ho fatto un salto alla casa internazionale delle donne, dove KeSpazio ha organizzato un denso “SfamilyDay”, come si è detto con tanta “carne al fuoco”. Il programma lo trovate qui .

Ieri avrei voluto ringraziare Caterina Botti per il coraggio di aver messo in mezzo un fatto , un ‘evidenza, che anche a mio parere va considerata anche se non credo di essere d’accordo sulla lettura che mi sembra ne sia stata data. Continue reading

Posted in affetti, General, sopravvivenza, strumenti | Leave a comment

Appunti su ordinanze anti-prostituzione e C.I.E.

Nota: nell’uso del termine “donna” sono comprese le donne transessuali/transgender.

sabato 21 aprile 2012

Attualmente, in un contesto in cui l’ostentazione dell’ “ordine pubblico” e la difesa dei confini nazionali sembrano aver più peso della stessa Dichiarazione universale dei diritti umani1, ci sono molte donne migranti in posizione di grande fragilità in quanto prive di documenti regolari e spesso non libere di autodeterminarsi. Fragilità causata dalla stretta sempre più repressiva nei confronti dell’immigrazione2, dalle ordinanze anti prostituzione messe in piedi in molti comuni italiani nel corso degli ultimi due anni e dal clima generale di “caccia al/lla clandestino/a”3 (alla quale hanno abbondantemente contribuito anche i media mainstream) . Continue reading

Posted in General, sex work, sopravvivenza, strumenti | 1 Comment

Il bambino e la #PAS

Non mi è piaciuto l’articolo di Pubblico, per niente.
Non dice niente come molt* hanno fatto in questa come in altre occasioni.
Povero bambino, già.
Ma questo “sdegno”, e meno male che c’è stato, è facilmente riconducibile all’apatia e alla non-informazione:«ho detto la mia, mi sono indignata/o, che scempio, che schifo, ma dove viviamo!»
Ecco fatto, chiusa la questione. Ah! no, dimenticavo: ci vorrebbe re Salomone. E certo.
Posted in General, sopravvivenza, strumenti | Leave a comment

Weirdfest2012, riflessioni a margine

Ieri ho passato un pò di tempo al Weirdfest , ho incontrato amiche e amic* che non vedevo da tempo.
In alcuni casi posso dire che passa
sempre troppo tempo.
Tra una chiacchiera e l’altra ho perso la presentazione del fumetto “In un corpo differente” di Fabio Sera. …, la performance di Slavina e molte altre cose,
però finalmente ho assistito alla presentazione del libro di Laura Schettini “Il gioco delle parti” , ho visto la performance di Lazlo Pearlman e una volta in più quella di Diana J.Torres , “porno-errorista“.
E poi ho continuato a chiacchierare.In particolare mi ha colpito che, dopo aver espresso le mie impressioni sul lavoro di Diana, mi hanno detto che erano molto ma molto diverse rispetto alle impressioni di altre compagne. Questo mi ha incuriosita e anche fatto sorridere: mi diverto sempre quando trovo qualcosa da indagare.

Continue reading

Posted in General, sopravvivenza, strumenti | Leave a comment

Femblogcamp, report sexwork/prostituzione-parte 1

Avvertenze: uso il femminile come neutro universale, mi pare il minimo.

Brevemente cerco di fare una restituzione a grandi linee dell’incontro che, più o meno maldestramente, ho promosso durante la FeministBlogCamp del 28-29-30 settembre 2012 che è stata ospitata all’ ex caserma “Del Fante” occupata, Livorno .
Quello che mi ha motivata a proporre un incontro su questi temi in un contesto specificatamente femminista è stato il desiderio di mettere a fuoco il più precisamente possibile quali sono i nodi che “scottano”. Cos’è di preciso che fa saltare sulle sedie, alzare i toni e arroccare le posizioni quando si parla di lavoro sessuale/prostituzione? Continue reading

Posted in General, sex work, sopravvivenza, strumenti | 11 Comments